Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Settore Giovani

Sabato di preghiera e riflessione con il Meic

Il MEIC (Movimento Ecclesiale Impegno Culturale) promuove il consueto pomeriggio di riflessione e di preghiera, in collaborazione con i docenti ed i medici cattolici, per sabato 7 dicembre alle ore 15 al Centro Socio Pastorale “Cardinal Ferrari”. La meditazione sarà proposta da don Ivan Salvadori, rettore del Seminario diocesano. Ingresso libero.

8 dicembre Festa dell’Adesione:
tanti buoni motivi per dire sì

Domenica 8 dicembre, festa dell’Immacolata, vivremo in tutta Italia la Giornata dell’adesione. Riprendiamo un testo apparso in questi giorni sul sito nazionale di Ac, in cui si ricordano alcuni – e solo alcuni – dei tanti motivi “che dicono la rilevanza della scelta del tesseramento”.

Leggi tutto »

Assemblea Cdal il 7 dicembre:
diversità che si esprimono nell’unità

L’assemblea si svolgerà a Mandello

Il Sinodo diocesano e la realtà culturale sociale formano le due principali aree di riflessione e confronto della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali (Cdal) che si ritroverà in assemblea sabato 7 dicembre a Mandello.

Sono oltre sessanta le “sigle” che indicano altrettante espressioni, diverse ma non separate, del laicato organizzato nella nostra diocesi.

“Che cosa qualifica la vostra azione di aggregazione? Come essere più significativi, insieme come Chiesa locale, sul territorio?”: queste le due domande di base che, anche nel contesto della consultazione sinodale si porranno come punto di ripartenza per un discernimento sul senso e sulle prospettive della Cdal.

Leggi tutto »

Padre Ambrosoli: a Kalongo
le campane hanno suonato a festa

Nella foto il pulmino della scuola di ostetricia fondata a Kalongo, insieme ad un ospedale, da padre Giuseppe Ambrosoli
L’ospedale fondato da padre Giuseppe a Kalongo

Lo scorso 29 novembre la Santa Sede ha comunicato il riconoscimento, da parte di Papa Francesco, del miracolo avvenuto per intercessione di padre Giuseppe Ambrosoli, il “medico della carità” come ancora oggi viene ricordato in Africa. “La notizia – spiega Giovanna Ambrosoli, nipote e presidente dell’omonima Fondazione fondata dai familiari e dai Missionari Comboniani per dare continuità e futuro all’opera di padre Giuseppe – mi ha raggiunta qui a Kalongo mentre partecipavo alla riunione del consiglio di amministrazione dell’ospedale. Le campane hanno suonato a festa e l’emozione è stata grande. Questo momento fa sentire ancora più intenso e profondo l’impegno di tutti coloro che ogni giorno lavorano per mantenere vivi questo ospedale e questa scuola a cui padre Giuseppe ha dedicato e sacrificato la sua vita. Nostra responsabilità è sostenere e accompagnare questa incredibile opera di amore e di servizio per gli ultimi”. A padre Ambrosoli è dedicato un articolo nell’ultimo numero di Insieme, appena uscito. Proprio la nostra Ac di Como e quella di Milano hanno avuto alcuni incontri negli scorsi mesi con Giovanna Ambrosoli per organizzare con la Fondazione un comune impegno di informazione e sensibilizzazione sulla testimonianza di padre Giuseppe. E oggi, 4 dicembre, Giovanna Ambrosoli ha incontrato il vescovo Oscar.

Leggi tutto »

Insieme, il numero di dicembre

Nell'immagine la copertina del numero di dicembre di Insieme, il mensile di Ac Como. In primo piano il testo del presidente diocesano.

Accogliere, custodire, narrare. Sono i tre verbi che accompagnano Ac nella Festa dell’Adesione e in particolare la “nostra” Ac chiamata il prossimo 16 febbraio all’assemblea elettiva, come ci ricorda il presidente Paolo Bustaffa nell’editoriale del numero di dicembre di Insieme. La festa del Natale e la condivisione sono il tema scelto da don Roberto, l’assistente diocesano unitario mentre don Pietro, assistente Acr, si sofferma sul significato dell’essere in cammino. Nelle pagine centrali è pubblicato integralmente il testo del fascicoletto predisposto da Abele Dell’Orto che integra il testo nazionale per gli adulti Che Tempo! Non mancano gli appuntamenti in programma e i resoconti dell’incontro dell’Equipe Famiglia con Ezio Aceti e della festa Acr a Delebio. Chiudono questo nuovo numero di Insieme un articolo su padre Giuseppe Ambrosoli e uno sulla collaborazione avviata tra Ac e Telethon. Per padre Ambrosoli, proprio in questi giorni papa Francesco, che già lo aveva dichiarato venerabile, ha riconosciuto il miracolo attribuito alla sua intercessione, riconoscimento che costituisce l’ultimo passo verso la sua beatificazione.

8 dicembre: preghiera e veglia
per la Festa dell’Adesione

Il logo per la Festa dell'Adesione 2020 con la scritta Extra Large e il disegno di due braccia parallele che esprimono l'idea dell'abbraccio. Sotto la scritta Ac Casa per tutti

Quest’anno il testo per la veglia per la messa nella Festa dell’Adesione sarà anche per la nostra Ac quello predisposto a livello nazionale.

Lo pubblichiamo di seguito per quanti non lo avessero scaricato dal sito nazionale Ac, insieme alla proposta diocesana per la preghiera per i fedeli.

Per la campagna Adesioni 2020 è stato coniato lo slogan “Extra large”.

Il verbo che accompagnerà il nuovo anno – come ricordano i responsabili nazionali dell’area Promozione associativa – è abitare. Tutti insieme “saremo chiamati ad abitare la Chiesa e la realtà quotidiana non come ospiti, ma “prendendo residenza” là dove il Signore si rende presente attraverso i bisogni dei poveri”. A questa immagine si può aggiungere quella dell’habitus, un “vestito” da portare addosso, un atteggiamento, uno stile. Questo “vestito” che indossiamo sono le scelte che ci caratterizzano come associazione e alle quali siamo chiamati a rinnovare la nostra fedeltà”.

Anche quest’anno si parla
di impegno sociale e politico

Che Tempo! il testo nazionale per gli adulti

L’Azione Cattolica della diocesi di Como, fortemente convinta dell’importanza della formazione dei soci anche riguardo alla dimensione socio-politica, continua la tradizione, avviata quattro anni fa, di integrare con un fascicoletto apposito il testo nazionale per gli adulti, CHE TEMPO! In allegato trovate il testo preparato – come negli anni precedenti – dal nostro Abele Dell’Orto, una traccia per un discernimento personale e/o di gruppi associativi, che può anche essere utilizzato dai giovani. Facendo riferimento alle cinque tappe del percorso formativo, vengono fornite cinque schede, contraddistinte ciascuna dal relativo titolo: (senza) fine; memoria; attimo; imprevisto; attesa. Ogni scheda comprende una breve riflessione sulla parola-chiave; tre domande, che intendono sensibilizzare e stimolare una presa di coscienza su aspetti significativi del vivere in una comunità civile; due proposte di impegno, semplice ma concreto, da assumere subito personalmente, o magari comunitariamente; tre citazioni tratte dagli scritti, dai discorsi o dalle confessioni di cinque “personaggi” della vita politica italiana del Novecento, che hanno aderito o sono stati vicini all’Azione Cattolica; il completamento del ripasso della “Costituzione della Repubblica Italiana”, relativamente alla seconda parte, “Ordinamento della Repubblica”.