Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Settore Adulti

Dall’ospedale di Kalongo
“Se potete, restateci vicino”

L’appello di Giovanna Ambrosoli per l’ospedale di Kalongo

Pubblichiamo un appello inviatoci da Giovanna Ambrosoli che alla nostra assemblea diocesana del 16 febbraio aveva portato la testimonianza di padre Giuseppe Ambrosoli che è nell’agenda dei prossimi Beati. Anche in Uganda, dove si trova l’ospedale fondato da padre Ambrosoli, è arrivato purtroppo il Coronavirus. Si sta predisponendo un piano di emergenza ma non ci sono nell’ospedale la terapia intensiva e neppure attrezzature adeguate. Inoltre i medici italiani sono stati fatti rientrare. Attendiamo altre informazioni, nel frattempo restiamo vicini nella preghiera ai fratelli e alle sorelle dell’Uganda.

Leggi tutto »

Non si ferma la preghiera:
tre incontri nella settimana

La preghiera è l’azione dell’uomo a cui Dio riconosce piena efficacia

E’ la preghiera l’azione dell’uomo a cui Dio riconosce piena efficacia: sono parole di Giovanni Paolo II che oggi risuonano come parole di amore e di speranza. Tre appuntamenti ci sono proposti per pregare con i nostri Pastori. Potremo seguirli spiritualmente tutti nelle nostre case: il primo appuntamento è mercoledì 25 marzo alle ore 12 e gli altri due nella giornata di venerdì 27 marzo. Nel frattempo continua la nostra preghiera per don Marco sulle cui condizioni di salute anche oggi arrivano notizie confortanti. Sono confermati i segnali di ripresa.

Leggi tutto »

Perché essere vicini l’uno all’altro?

“Noi non possiamo, forse, avvicinarci fisicamente per la paura del contagio, ma possiamo risvegliare in noi un atteggiamento di vicinanza tra noi: con la preghiera, con l’aiuto, tanti modi di vicinanza. E perché noi dobbiamo essere vicini l’uno all’altro? Perché il nostro Dio è vicino”. Ancora una volta è papa Francesco a intervenire sulla solitudine imposta dal virus.

Attorno al suo pensiero si snoda la riflessione di Andrea Monda, apparsa il 18 marzo su L’Osservatore Romano di cui è direttore. Ne pubblichiamo alcuni passi.

Leggi tutto »

Accanto a don Marco e a tutti i nostri preti

Un’immagine d’archivio di una messa in Duomo

Mentre oggi riceviamo notizie sulle condizioni di salute di don Marco che fanno crescere la speranza perché dicono di una ripresa lieve ma costante, apprendiamo che anche don Renato Lanzetti, Vicario generale della diocesi, è ricoverato perché colpito dal virus. Le sue condizioni non sono allarmanti. E’ allora importante dedicare la nostra preghiera ai nostri preti e al nostro vescovo che non si risparmiano nello stare accanto alla gente nel rispetto delle regole di sicurezza sanitaria. Ci potrà aiutare nella preghiera e nella riflessione la lettera del cardinal Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, rivolta a tutti i sacerdoti e religiosi/e che sono in Italia. L’abbiamo pubblicata sul sito nei giorni scorsi e per comodità alleghiamo il link diretto alla notizia. Continuiamo a stare “vicini” ai nostri pastori come loro continuano a stare vicini a noi: nella preghiera e nell’affetto.

http://www.azionecattolicacomo.it/page/2/ La lettera del cardinal Bassetti

Stasera il Rosario anche per don Marco

Questa sera, 19 marzo, ci ritroveremo insieme (alle ore 21) per la recita del Rosario in diretta su Tv 2000 (Canale 28). Saremo uniti a tanti fratelli e sorelle in ogni angolo d’Italia per vivere questo momento proposto dalla Conferenza episcopale italiana e condiviso da papa Francesco. Chi può esponga un lume e/o un drappo alla finestra. Pregheremo per tutti coloro che stanno soffrendo, per quanti sono morti a causa di questo virus e per tutti noi che siamo nell’apprensione. La nostra preghiera sarà in particolare dedicata a don Marco, ricoverato in terapia intensiva, le cui condizioni oggi fanno registrare un lievissimo miglioramento.

Domani sera la recita
del Rosario su TV2000

L’importanza della preghiera

Domani, 19 marzo, alle ore 21, potremo partecipare alla recita del Rosario – iniziativa della Cei fatta propria da papa Francesco – in diretta su TV2000 (Canale 28).  Sempre domani e sempre su TV2000 potremo partecipare alle ore 7 alla messa celebrata da papa Francesco in Casa Santa Marta. Sono appuntamenti di preghiera che si affiancano ai molti promossi nelle nostre parrocchie e ai quali le associazioni parrocchiali stanno partecipando. Sono tutti momenti nei quali pregare per le molte persone, a partire da don Marco, che stanno soffrendo a causa del virus e per tutti coloro che stanno dedicando ogni energia per combattere l’epidemia.

La nostra preghiera per don Marco

Don Marco Zubiani

La notizia è arrivata come un fulmine: don Marco Zubiani, il nostro assistente diocesano unitario, è risultato positivo al Coronavirus ed è ricoverato in terapia intensiva. Le sue condizioni sono stabili.

“Ci eravamo scritti lunedì scorso – dice il Presidente diocesano – per concordare un suo pensiero sulla grave situazione che stiamo vivendo, da pubblicare sul nostro sito. Mi aveva risposto che avrebbe scritto ben volentieri appena superata un’influenza stagionale. Poche ore dopo la notizia del suo ricovero che ha profondamente colpito. Chiediamo al Signore perché tenga la mano a don Marco e lo aiuti a superare questa prova”.

Per lui, per i suoi familiari, per tutti coloro che si trovano nella sofferenza ci ritroviamo spiritualmente insieme nelle nostre case per elevare a Dio la nostra preghiera.