Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Settore Adulti

Mese della Pace:
sulle ali della preghiera
e della speranza operosa

Il mese di gennaio, come ogni anno, ha visto (e vedrà) fiorire diverse iniziative per la pace promosse dall’Ac, in autonomia o con altre aggregazioni e comunità. A Bormio, Mandello, Sondrio, Morbegno, Menaggio, Lenno, Como, per citare solo alcuni luoghi, l’Ac ha promosso momenti di preghiera, riflessione e di festa. A Como è stato distribuito a fine anno in Cattedrale il testo del messaggio del Papa con una nota firmata da Ac, Acli e Caritas (si veda l’apposita notizia pubblicata su questo sito). La distribuzione si ripeterà a Como in occasione della Marcia della pace il 19 gennaio mentre nel pomeriggio del 18 gennaio l’Acr, con educatori e genitori, si ritroverà nella parrocchia di Sant’Agata. Sabato 1 febbraio, infine, il Tavolo Interfedi, di cui è parte l’Ac proporrà una tavola rotonda interreligiosa sul tema “Il disarmo interiore”.

Leggi tutto »

Iniziato il Sinodo diocesano:
“un grande evento di rigenerazione”

La consegna dell’Instrumentum Laboris

Un grande evento di rigenerazione” così il vescovo Oscar ha definito il Sinodo diocesano nell’omelia della messa d’apertura celebrata il 12 gennaio nella cattedrale di Como. Iniziata nella vicina chiesa di san Giacomo con la partecipazione dei sinodali, la celebrazione è proseguita con la processione in duomo, gremito da fedeli convenuti per condividere l’inizio di un cammino che attraverso un discernimento comunitario porterà a rinvigorire la comunione e la missione della Chiesa comense. Al termine della celebrazione è stato consegnato ai sinodali l’Instrumentum laboris, una traccia di lavoro che raccoglie le proposizioni e le riflessioni maturate nella fase della consultazione e che ora sarà utilizzata per discernere, condividere e indicare scelte essenziali per testimoniare e per annunciare oggi e su questo territorio la Misericordia di Dio. L’Azione cattolica continuerà ad essere presente e a offrire il suo contributo perché davvero il Sinodo possa essere “un grande evento di rigenerazione”.

L’omelia del Vescovo alla messa d’apertura del Sinodo

Consegna Instrumentum Laboris

EF: l’8 febbraio a Gravedona
l’incontro con Johnny Dotti

Johnny Dotti imprenditore sociale e pedagogista sarà a Gravedona l’8/2

Sabato 8 febbraio a Gravedona ci sarà l’incontro diocesano organizzato dall’Equipe Famiglia (EF) di Ac per coppie, padri, madri e famiglie. In linea con il tema associativo dell’anno 2019/2020 “Lo avete fatto a me” ci sarà la partecipazione di Johnny Dotti, imprenditore sociale e pedagogista che interverrà sul tema “L’umanità al centro, abitare la città con umanità’.

L’incontro si terrà a una settimana dall’assemblea elettiva diocesana (domenica 16 febbraio) che avrà luogo al Collegio Gallio a Como sul tema “Là dove abita Dio”.

Il verbo “abitare” unisce i due eventi e rilancia la scelta dell’Ac di condividere le fatiche, le gioie e le speranze degli uomini e delle donne che abitano il mondo. Nello stesso tempo vuole testimoniare e annunciare nella città dell’uomo la presenza di Dio.

Il programma dell’incontro è nella locandina allegata. Per le iscrizioni (entro venerdì 31 gennaio) è possibile scrivere alla mail equipefamiglia@azionecattolicacomo.it o contattare i numeri 349-4991788 Antonella o 333-3218740 Chiara.

Dialogo tra Cattolici ed Ebrei
e Preghiera per l’unità dei Cristiani

Il gruppo Ecumenismo di Ac, insieme con don Enzo Ravelli direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, ha definito i programmi di due storiche ricorrenze del mese di gennaio. Il 13 gennaio a Como si terrà l’incontro sul “Cantico dei Cantici” a cui parteciperanno, per gli Ebrei, Vittorio Robiati Bendaud e per i cattolici don Angelo Zardoni, biblista. La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani è anche quest’anno ricca di appuntamenti in diverse comunità e si concluderà nella basilica di San Fedele a Como il 25 gennaio con il vescovo Oscar. Le due iniziative sono promosse dall’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso e dalla Consulta diocesana delle aggregazioni laicali di cui è parte anche l’Azione Cattolica.

Come si fa ad essere santi?
Ce lo ricordano i Giovanissimi

Come si fa a essere santi? Questa è stata la domanda che ha guidato le nostre riflessioni al ritrovo invernale dei Giovanissimi di Azione Cattolica. A Caspoggio (So), dal 27 al 30 dicembre, in trenta ragazzi dai quattordici ai diciassette anni, assieme agli educatori e a don Pietro, abbiamo riflettuto sulle vite dei santi e sul significato della santità. Dopo aver discusso quelli che secondo noi erano i requisiti per diventare santi, don Pietro e i nostri educatori ci hanno fatto riflettere sulla storia di Jacques Fesch, mistico francese convertitosi in carcere pochi giorni prima di essere condannato a morte per aver ucciso un poliziotto durante una rapina; la sua storia ci ha mostrato come sia possibile essere santi a prescindere dal nostro passato.

Leggi tutto »

Teresio Olivelli: l’attualità
di un “ribelle per amore”

Il 17 gennaio, alle ore 21, al Centro pastorale Cardinal Ferrari a Como, Anselmo Palini autore del libro “Teresio Olivelli. Ribelle per amore” presenterà tratti salienti della vita di Olivelli nato a Bellagio nel 1916, formatosi in Azione Cattolica e in Fuci, morto per le percosse subite in odium fidei  tra il 16 e il 17 gennaio 1945 nel campo di sterminio nazista di Hersbruck. Promotori dell’incontro sono l’Ac, la sezione di Como dell’Associazione Nazionali Alpini e il Laboratorio Bene Comune intitolato a Teresio Olivelli.  A fare memoria di Teresio Olivelli, a due anni dalla beatificazione (Vigevano 3 febbraio 2018) domenica 19 gennaio a Bellagio sarà il vescovo Oscar che alle ore 10.30 celebrerà la santa messa nella chiesa parrocchiale di san Giacomo. Sarà presente anche il presidente diocesano di Ac. Alle ore 15 della stessa domenica la parrocchia di San Lorenzo in Tremezzo propone al Teatro dell’Oratorio di Griante uno spettacolo musicale su Teresio Olivelli ad opera della “Compagnia Artistica Rosa di Gerico”.

Leggi tutto »

Ac, Acli, Caritas: la pace nel mondo
si poggia sulla pace nel territorio

La nota è stata distribuita il 31/12 e l’1/1

Al termine del Te Deum del 31 dicembre e del Pontificale del 1 gennaio è stato distribuito alle porte del Duomo di Como il testo del messaggio di papa Francesco per la 53° Giornata Mondiale della Pace dal titolo “La pace come cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologica”. L’iniziativa è dell’Azione Cattolica, delle Acli e della Caritas della Diocesi di Como.

Viene spiegato il senso di questo gesto in una nota che accompagna il messaggio e che si apre con l’affermazione che la dimensione universale delle parole del Papa coinvolge il territorio nelle sue fragilità, nelle sue fatiche, nelle sue risorse umane e spirituali. La pace nel mondo si poggia sulla pace nel territorio.

Vengono quindi indicati tre passi da compiere per rispondere alle domande di senso e di futuro che vengono da uomini e donne di questo tempo, in particolare dai giovani. La nota si chiude con la proposta di un incontro il prossimo 22 febbraio per riprendere i temi affrontati e offrire un contributo alla costruzione del bene comune.

La nota che accompagna il messaggio di Papa Francesco

Il messaggio di Papa Francesco

L’omelia del vescovo Oscar del 31/12/2019