Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Educatori: come dire Dio
ai ragazzi e ai giovani?

Perché l’immagine di tre lumache  nella locandina che annuncia l’incontro  di venerdì  26 maggio (ore 20, Centro Card. Ferrari in Como) che vedrà educatori  di diverse aggregazioni laicali dialogare tra loro e con il vescovo Oscar sul tema dell'educare alla fede?
L’idea, partita dall'Azione cattolica,  risale al primo incontro interassociativo tenutosi l’anno scorso mentre  l'immagine  delle lumache è stata  proposta dall'Agesci  (scout).
“Le lumache – dicono i promotori  –  vivono in un ambiente salubre,  mettono in guardia dal rischio della velocità che si corre sempre più nella vita, hanno antenne e occhi  vigili e sensibili.  Sono una metafora simpatica per esprimere  l’armonia,  la  calma,  l’attenzione all’altro: tre caratteristiche dell’arte di educare”.

Locandina incontro

C’è  poi una ragione specifica che rimanda all’invito dell’apostolo Paolo: “Gareggiate nello stimarvi a vicenda”. 
“Con questo invito – aggiungono i promotori  –  abbiamo voluto promuovere  anche quest’anno un’occasione di conoscenza,  e di reciproco ascolto  tra educatori  di  sei  sigle:  Ac, Agesci, Tlc, Csi, Gs, Pastorale giovanile, Acli e Nuovi Orizzonti.  Ci troveremo con il nostro vescovo Oscar  per  condividere con lui la fatica e la bellezza di educarci alla fede e di educare alla fede  i ragazzi, i giovani e – perché no? –  gli adulti”. 
A sintetizzare un  impegno  comune è il titolo  dell’incontro “volti che raccontano il Volto”. 
Si inizierà alle 20 di venerdì  26 maggio nella “Sala V. Bachelet”  al primo piano del “Centro socio-pastorale Card. Ferrari”. Dopo un’apertura  conviviale, seguirà  la proiezione di un video realizzato  con i diversi contributi degli educatori sul raccontare la fede, sul parlare di Dio.
Ascoltato il pensiero introduttivo del vescovo  si formeranno sei gruppi  che metteranno a tema  un personaggio cioè un giovane che esprime un’esperienza, una perplessità oppure una domanda sul significato dell’educare all’incontro con Dio. I membri di ogni gruppo reagiranno alla provocazione del personaggio scelto. Le risonanze di questo dialogo verranno condivise in assemblea con il vescovo Oscar  che proporrà la sua riflessione e la sua indicazione.
Saranno poi gli stessi educatori a dare continuità al “gareggiate nello stimarvi a vicenda”  concordando insieme  contenuti,  modi e  tempi. Il settore Giovani dell'Ac diocesana continuerà questo cammino che è diventato per molti educatori di diverse sigle  un'occasione bella per gareggiare nello stimarsi a vicenda.

Posted in ACR. RSS 2.0 feed.