Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Un immigrato aprirà
l’assemblea diocesana

Screenshot_20160226-211022Sarà Mansour Diop, originario del Senegal e da diversi anni in Valtellina, ad aprire l'assemblea diocesana dal titolo “Mille volti un Volto” che si terrà a Sondrio  (Oratorio del Sacro Cuore) domenica 28 febbraio. Anche questo vuole essere un piccolo segno della sensibilità e dell'attenzione dell'associazione per le persone  che per diversi  motivi arrivano da terre lontane nel nostro territorio.All'assemblea saranno presenti il vescovo mons. Diego Coletti, Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana, il sindaco di Sondrio, Alcide Molteni, la professoressa Giusi Po e don Giusto Della Valle, direttore di Migrantes diocesana.

Previste testimonianze di immigrati e la presentazione di alcune esperienze di accoglienza.

“Le immagini drammatiche che da molto tempo ci vengono proposte e ci verranno proposte dai media – afferma il Presidente diocesano –  non possono solo commuoverci e indignarci per tanta ingiustizia e tanta violenza. Dobbiamo tenere viva la coscienza e chiederci che cosa possiamo fare, o meglio “cosa” possiamo essere,  per questi fratelli che cercano in Europa un po' di speranza, di futuro, di umanità. Ma l'Unione europea, purtroppo inadempiente, non è fatta solo di Istituzioni comunitarie e di Governi nazionali: siamo anche noi, sono le nostre comunità locali. Il primo errore che dobbiamo evitare è di dire che siamo troppo piccoli rispetto a un problema così grande. Con queste parole infatti giustifichiamo indifferenza, diffidenza, rifiuto. Qualcosa invece possiamo e dobbiamo fare ed è per questo che l'assemblea sarà chiamata ad assumere quattro impegni: informazione, condivisione, educazione, preghiera”.

L'assemblea  avrà un taglio pastorale-culturale e, come è nello stile dell'associazione, aprirà una prospettiva educativa  all'impegno sociale e politico.

“Si tratta di partire dalla realtà migratoria che sta bussando con sempre maggior insistenza alla porta dell'Occidente – continua il Presidente diocesano – per rimotivare una presenza dei cattolici nei luoghi dove la politica diventa costruzione del bene comune che, come tale, non è diritto-dovere di alcuni ma è diritto-dovere di tutti  gli uomini e di tutte le donne. Temi impegnativi che non si possono affrontare con un buonismo inconcludente ma con una carità che non sottovaluta le difficoltà e le paure ma cerca e concretizza risposte efficaci per non subirle. Allora non si tratta di portare il discorso nell'utopia ma neppure si tratta di finirlo nel fatalismo e nella rassegnazione”.

Occorre tenere aperto il dialogo tra diversi pensieri sul tema migratorio e senza negare la problematicità del fenomeno occorre farsi guidare  dal Vangelo, dalle parole e dai gesti di papa Francesco, dalle indicazioni diocesane, dalle testimonianze di santi che hanno donato la loro vita ai bisognosi, dalle scelte di tante persone e tante comunità cristiane che con umiltà rivivono anche nel nostro territorio la scelta del buon samaritano.

Scarica qui la locandina dell' Assemblea Diocesana

Screenshot_20160226-211022

Posted in Notizie Unitarie. RSS 2.0 feed.