Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Solidarietà dei piccoli gesti
e condivisione percorso Caritas

Abbiamo chiesto ai Presidenti parrocchiali, a singoli associati – e chiediamo ancora – di segnalarci piccoli gesti quotidiani di solidarietà in un tempo in cui aumentano la solitudine, l’apprensione, la sofferenza. Sono arrivati sms ed e-mail (all’indirizzo comunicazione@azionecattolicacomo.it) che possiamo riassumere così: l’Ac condivide le iniziative parrocchiali tramite Caritas e gruppi di volontariato; prega online nelle case con la comunità; aiuta persone anziane, sole o in difficoltà, nella provvista di viveri e medicinali; condivide le sofferenze per le solitudini estreme e per l’impossibilità dell’ultimo saluto in chiesa; raccoglie aiuti economici per esigenze sanitarie e assistenziali. Abbiamo incontrato Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana e si è condivisa la disponibilità di un contributo economico da parte dell’Ac diocesana come segno di carità della Chiesa.

“È molto importante – ci ha detto il direttore della Caritas – che un’associazione popolare come l’Ac sia presente sul territorio con quella capacità di relazioni con le persone che la contraddistingue. Ha svolto e certamente continuerà a testimoniare la carità della porta accanto e qui trovo una grande consonanza con quanto sta facendo la Caritas. È questo un momento nel quale l’essere cristiani si esprime come fratellanza operosa e annuncio credibile di speranza. Certo sono diversi i campi di intervento ma siamo uniti nel Signore Gesù: la Caritas diocesana è quanto mai impegnata nella tutela di bisogni dei più poveri, degli abbandonati, degli immigrati, messi in ancor più grave rischio dal contagio. Operare insieme, avere un percorso comune, consente di essere più tempestivi ed efficaci durante e dopo il virus quando si presenteranno altri gravi problemi quale la perdita del lavoro. Insieme, laici, preti, diaconi, religiosi e religiose ci mettiamo alla scuola di quanti hanno offerto e stanno offrendo la loro vita per salvare quella di altri”.

Condividendo l’impegno della Caritas, espressione della Chiesa comense, la Presidenza diocesana deciderà tra breve il contributo da mettere a disposizione della stessa Caritas e ne darà immediata informazione agli associati. Ecco nel frattempo i dati per quanti (singoli e/o associazioni parrocchiali) oltre agli aiuti a ospedali, volontariato, case di riposo, ecc. desiderano versare un contributo alla Caritas diocesana:

FONDAZIONE CARITAS SOLIDARIETA E SERVIZIO ONLUS – FONDO RETE LAVORO
BANCA: CREDITO VALTELLINESE SEDE DI COMO
IBAN: IT 96 K 05216 10900 0000 0001 2617
CAUSALE: CONTRIBUTO EMERGENZA COVID

Posted in Notizie Unitarie. RSS 2.0 feed.