Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Democrazia e media:
La debolezza e il potere

Il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana sarà a Como il 24/1

"Potenza dei media e debolezza della democrazia" è il tema del secondo incontro promosso dal Centro socio-pastorale Cardinal Ferrari in collaborazione con Azione Cattolica. L'appuntamento è per mercoledì 24 gennaio alle ore 21 nella sede del Centro, in viale Battisti 8. Relatore sarà Luciano Fontana direttore del quotidiano "Corriere della Sera" con l'intervento di alcuni giovani che porranno riflessioni e domande sul tema.

È possibile seguire l’incontro via web, in collegamento streaming: è necessario chiedere le credenziali di accesso scrivendo a comunicazione@diocesidicomo.it o cardinalferrari@diocesidicomo.it Nel contesto della preparazione alle prossime elezioni politiche (il 4 marzo 2018; in Lombardia si vota anche per le regionali) il tema riveste particolare interesse e solleva molte domande. Secondo molti osservatori i mezzi di comunicazione social sono sempre più importanti nel dare forma alla vita politica nazionale; anche l'interpretazione del voto ha spesso attribuito un peso decisivo al modo in cui i diversi partiti e candidati hanno fatto uso dei media: dalla stampa, alla tv, a Internet. In particolare è emersa ed emerge la domanda se Internet consenta forme reali di democrazia diretta o partecipativa. Secondo Giovanni Boccia Artieri, sociologo, saggista, ordinario di Sociologia dei media digitali e Internet studies e vicedirettore del centro LaRiCA (Laboratorio di Ricerca sulla Comunicazione Avanzata) all'Università di Urbino, "l'insegnamento che potremmo trarre dalle esperienze recenti on-line è la consapevolezza del rischio di una sorta di "dittatura degli attivi": posto che tutto il sistema sia trasparente e regolare -a fronte del gran numero di norme che il Parlamento produce ogni anno – in un regime di democrazia diretta i cittadini dovrebbero essere chiamati a esprimersi in merito a un paio di leggi ogni giorno. L'esercizio on-line di questo tipo di democrazia non può che tradursi, al momento, in una specie di strapotere degli utenti più attivi". Ancora una volta non si tratta di essere apocalittici o integrati ma di conoscere sempre più un fenomeno così invasivo per attrezzare meglio la coscienza a un suo utilizzo per il rafforzamento della democrazia, per la costruzione dell'autentico bene comune. Un nuovo incontro è in programma per il 7 febbraio con il vescovo Mario Toso, esperto in dottrina sociale della Chiesa.

Posted in Notizie Unitarie and tagged with , , , , . RSS 2.0 feed.