Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Cristo è risorto:
la nostra fede non è vana

perseguitati_cristiani“Se Cristo non è risorto, la nostra fede è vana”: queste parole dell’apostolo Paolo le conosciamo. Sono scolpite dentro di noi, sono  un richiamo all’essenzialità e alla bellezza del nostro credere, sono un invito a coniugare ogni giorno la fede con l’umanità.  

Le parole di Paolo hanno oggi un sapore particolare messe come sono a durissima prova da quanto di terribilmente amaro sta sconvolgendo il nostro tempo. Sono parole scosse da una violenza spietata che continua ad abbattersi su innocenti e, soprattutto,  su quanti vivono la fede nel Risorto.

Le tragedie si sono spesso ripetute nella storia. La strage degli innocenti non ha mai avuto fine. Lo sgomento del mondo di fronte a un’immane sofferenza non si è mai spento.

C’è il rischio di arrendersi. Cristo, “ribelle per amore”, non si è però arreso al buio della storia. Ha lottato contro il male che riteneva di aver scritto per lui la parola fine inchiodandolo a una croce. 

Purtroppo il male continua a compiere questo attacco diabolico al bene.

Così quella croce permane nella storia e la vediamo eretta sulle terre dell’Asia e dell’Africa.

Siamo ai piedi di quella croce. In silenzio. Non abbiamo parole. Riusciamo solo a balbettare.

Abbiamo però la certezza che Cristo ha lasciato la croce ed è risorto.

E’ questa la certezza che ci accompagna. E’ questa la certezza che, nonostante tutto, ci consente di cantare  l‘Alleluia. E’ questa la certezza che consente di essere testimoni  della vittoria  della vita sulla morte, dell’amore sull’odio. E’ questa la certezza che chiede di diventare notizia di speranza per il mondo.

“Buona Pasqua”  non è allora un augurio formale. E’  “dire” a noi stessi e agli altri che Cristo è risorto, è veramente risorto. 

E’ un “dire” che viviamo, come scrive il poeta Francese Paul Claudel, con “lacrime, lacrime di gioia”.  Lacrime perché  la sofferenza  degli innocenti  colpisce al cuore. Gioia perché il Risorto, che ha vissuto la sofferenza  dell’uomo fin sulla croce,  l’ha trasfigurata nella perfetta letizia dell’incontro con Dio.

Cristo è risorto, la nostra fede non è vana.

Buona Pasqua.

Paolo Bustaffa

Posted in Notizie Unitarie. RSS 2.0 feed.