Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Adesione 2015

Uno stretto legame con il coraggio

Aderire all’Ac, lo sappiamo più che bene, è una scelta “libera e responsabile” che ogni anno si arricchisce di un sapore nuovo.

Non è mai un automatismo perché ai motivi di ieri si aggiungono i motivi di oggi.

Aderire è una scelta di quanti vivono, o vogliono vivere, l’Azione cattolica come “un luogo” non unico ma altamente significativo per la formazione della coscienza cristiana, per la formazione di un laicato competente e credibile nel dialogo tra Chiesa e Mondo.

Dall’Adesione inizia un percorso non escludente e non esclusivo ma certamente esigente nel chiedere un supplemento di riflessione e di testimonianza su quell’esercizio di laicità che si è chiamati a compiere ogni giorno per comunicare la gioia del Vangelo.

Quali laici in una Chiesa in uscita, per una Chiesa in uscita, con una Chiesa in uscita?

Domande che, senza nulla togliere al percorso compiuto, chiedono di orientare il cammino associativo verso mete più alte, come sono quelle indicate da papa Francesco.

Potrebbe allora essere necessario mettere in discussione scelte e strategie che si ritenevano consolidate. Non per una sorta di autolesionismo ma per rispondere, con il pensiero e con la vita, alle domande che oggi vengono rivolte a chi segue Gesù.

Papa Francesco sta scuotendo tante certezze con l’appello insistente alla conversione. Forse la prima conversione da compiere riguarda proprio il nostro essere laici.

I tre verbi che il papa ci ha consegnato (rimanere, andare, gioire) ci aiutano molto ma rimarranno slogan o citazioni se non verranno declinati nella concretezza della nostra realtà sociale, culturale ed ecclesiale.

In questa prospettiva il “cantiere” che con la diocesi presto apriremo sul tema del convegno ecclesiale nazionale “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo” sarà molto prezioso e ci auguriamo affollato.

Il lavoro è molto ma il coraggio, che viene dall’ incontro con Gesù, non manca e ci accompagnerà.

A partire dall’Adesione che con il coraggio ha uno stretto legame perché questa “scelta libera e responsabile” è soprattutto un atto del cuore.

Paolo Bustaffa

Posted in Notizie Unitarie. RSS 2.0 feed.