Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Impegno per la Città

pdf

 

“Ci impegniamo perché non potremmo non impegnarci. Ci impegniamo senza giudicare chi non s‘impegna, senza accusare chi non s‘impegna, senza condannare chi non s‘impegna, senza cercare perché non s‘impegna, senza disimpegnarci perché altri non s‘impegna”.

Con le parole di don Primo Mazzolari si apre il nostro messaggio alla città in occasione dell’80° anniversario della posa della croce sul monte di sant’Eutichio.

Il nostro è un messaggio semplice, cordiale ed essenziale al territorio dove l’associazione è presente con i ragazzi, i giovani, gli adulti, le famiglie.

Contribuire alla costruzione della città dell’uomo è sempre stato per l’Ac, associazione ecclesiale di laici, uno degli obiettivi più alti dei suoi progetti e dei suoi percorsi educativi e formativi.

Amare la città significa stare con l’intelligenza del cuore nella sua storia e nella sua cronaca.

Amare la città significa conoscere, valutare, accompagnare, in atteggiamento critico- propositivo, l’opera delle Istituzioni per la crescita umana dei cittadini dalla quale dipende ogni altra crescita.

Ci impegniamo quindi a educare ed educarci a una cittadinanza intesa come consapevolezza e come corresponsabilità di ognuno e di tutti nella costruzione del bene comune.

Ci impegniamo a educare ed educarci al pensare e all’agire politico intesi e vissuti come forma alta ed esigente di carità.

Ci richiamiamo al pensiero sociale della Chiesa nel dare contenuto culturale ed etico alla ricerca di soluzioni ai problemi della città e nel definire le prospettive di sviluppo in un tempo in cui la crisi economica provoca difficoltà, povertà, precarietà, disoccupazione.

Ci impegniamo perché la città abbia sempre a cuore la sua risorsa più preziosa che è la famiglia e la sostenga concretamene nel tempo della difficoltà e del disagio.

Ci impegniamo a dire e sostenere le ragioni del valore inalienabile della famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna perché, pur nella doverosa tutela di diritti individuali, la famiglia non venga sacrificata sui tavoli dell’ ideologia.

Ci impegniamo, con la stessa onestà intellettuale, a favore della vita in tutte le sue stagioni e in tutte le situazioni di fragilità in cui viene a trovarsi. La passione per la vita, dai suoi primi ai suoi ultimi battiti , viene dalla consapevolezza che ogni uomo è stato ed è pensato da Dio.

Ci impegniamo perché cresca la convinzione che a partire dall’abitare con responsabilità la città si arriva ad abitare con altrettanta responsabilità l’Europa, il Mondo.

L’umanità che, proveniente da Paesi lontani e sofferenti, si ferma o transita nel nostro territorio mette a prova il nostro grado di civiltà, la nostra capacità di coniugare, alla luce della dignità della persona, la solidarietà con la legalità.

Ci impegniamo perché la città sia aperta all’accoglienza, sia esperienza di convivialità delle differenze, sia luogo in cui il creato è custodito con intelligenza e passione.

In tutti i luoghi educativi, in particolare nella scuola, si avvertono l’urgenza e l’importanza di accompagnare le nuove generazioni nella formazione di una coscienza civica abitata dalla libertà e dalla responsabilità.

Ci impegniamo con la testimonianza e l’iniziativa dei giovani a promuovere e sostenere nella scuola, nell’università, nei luoghi ecclesiali, associativi un percorso di cittadinanza attiva alla luce di valori e ideali le cui radici sono nella fede cristiana.

Ci impegniamo a promuovere occasioni in cui le diverse esperienze associative del nostro territorio possano dialogare e crescere insieme perché, stimandosi a vicenda, rendano più fecondo il comune impegno educativo.

Il nostro vescovo Diego ha sottolineato più volte l’urgenza e la necessità di accrescere la nostra fede e la nostra testimonianza cristiana e ci ha invitato ad annunciare con entusiasmo e con un linguaggio più efficace e simpatico la gioia del Vangelo.

Ci impegniamo, quale associazione ecclesiale di laici, a contribuire ancor più alla formazione della coscienza cristiana, a far nascere domande sul Dio di Gesù, a offrire percorsi per incontrarLo.

Ai piedi della Croce, partendo dalla Croce e sulle orme del Crocifisso – Risorto che per primo si è impegnato per tutti noi, confermiamo alla nostra Chiesa e alla nostra Città l’impegno a essere “buoni cristiani e onesti cittadini”.

 

Azione Cattolica Italiana – Diocesi di Como
Como – Monte Croce, 30 settembre 2014, 80° anniversario della posa della Croce sul monte di Sant’Eutichio da parte degli Uomini di Ac

 

Interventi alla Veglia della Croce nella chiesa di Prestino del
30 settembre 2016 – Documenti

I messaggi di Sant'Abbondio del Vescovo, mons. Diego Coletti – Abele Dell'Orto

La città nel pensiero di Francesco – Giuseppe Riggio

 

Interventi alla Veglia della Croce nella chiesa di Prestino del
30 settembre 2016 – Video

La Città nel pensiero di Francesco

Intervento di Emanuele Cantaluppi

Paolo Arighi segretario MSAC Como

Roberto Bernasconi direttore della Caritas Como

Silvia Magni vice sindaco di Como

Introduce Paolo Bustaffa

Intervento di Mario Lucini sindaco di Como

Le conclusioni di padre Giuseppe Riggio

Abele Dell'Orto e i discorsi del vescovo Diego alla Città

Intervento di padre Giuseppe Riggio

 

Interventi alla veglia della Croce all'oratorio parrocchiale di Prestino del
30 settembre 2015

Laboratorio per l'educazione all'impegno sociale e politico 

Libretto per l'educazione all'impegno sociale e politico 2014

Libretto per l'educazione all'impegno sociale e politico 2016

 

 

Interventi alla Veglia della Croce di S. Eutichio del 30 settembre 2014

 

 

 

 

 

 

 

**** In questo stesso spazio verranno pubblicate le riflessioni di quanti – non solo comaschi – desiderano dare continuità di pensiero e di azione all’ “Impegno per la città”.