Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Como

Senza categoria

Sabato in Duomo la messa
di suffragio per don Roberto

Come comunicato dalla Diocesi di Como, accogliendo il desiderio della famiglia, venerdì 18 settembre, alle 17, nella chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio, la comunità di Regoledo di Cosio (So) si riunirà per l’ultimo saluto a don Roberto. I funerali saranno presieduti dal Vescovo monsignor Oscar Cantoni e concelebrati, per comprensibili esigenze di spazio, da un ristrettissimo numero di sacerdoti, designati in rappresentanza del presbiterio diocesano. All’interno della chiesa e anche nello spazio esterno le norme di prevenzione e contenimento del coronavirus impongono una severa limitazione dei posti e il rispetto del distanziamento. Sarà possibile seguire il rito via streaming sul canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”. Il presbiterio diocesano, le autorità civili e militari e l’intero popolo di Dio sono attesi sabato 19 settembre, alle 9.30, in Cattedrale, a Como, per la Santa Messa di suffragio.

Don Roberto: tra gli ultimi
con la tenerezza del Padre

Don Roberto Malgesini ha donato la sua vita
ai poveri e agli scartati dalla società

La Presidenza diocesana di Azione cattolica appresa la notizia della tragica morte di don Roberto Malgesini, ucciso questa mattina da un senza fissa dimora con fragilità psichica, ha inviato al Vescovo Oscar, a nome di tutta l’associazione, un messaggio per condividere l’immenso dolore e per unirsi alla preghiera sua, della famiglia e della comunità cristiana.

Don Roberto, che aveva donato la sua vita ai poveri e agli scartati dalla società, era nato a Regoledo di Cosio ed aveva compiuto 51 anni lo scorso mese di agosto. Ordinato prete nel giugno 1998 era stato vicario prima a Gravedona (fino al 2003), poi a Lipomo (dal 2003 al 2008). Dal 2008 era collaboratore a San Rocco (Como), poi divenuta, con San Bartolomeo, comunità pastorale “Beato Scalabrini”.

Il messaggio al Vescovo

Insieme, il numero di maggio

La copertina di Insieme

Si apre con i saluti del presidente diocesano Franco Ronconi il nuovo numero di Insieme. Ingegnere, 50 anni a luglio, già presidente dell’Ac di Morbegno, Ronconi ci invita a ripartire “dalla vitalità e dalla creatività che l’associazione esprime in tutte le sue componenti, in tutte le età dei suoi associati. Dalla sua capacità di reagire, che non aspetta il ritorno alla nor- malità, ma cerca oggi, in questa nuova situazione, vie nuove per vivere la nostra identità profonda: la familiarità delle relazioni, il servizio nella comunità ecclesiale, la prossimità ad ogni fratello che ha bisogno, l’annuncio di Dio misericordioso”.

Don Marzo Zubiani ci ricorda di non lasciare nessuno solo nel dolore e di farci carico della sofferenza di ogni persona.

Le pagine centrali sono dedicate a storie e pensieri inviati da associazioni parrocchiali, singoli iscritti e amici.

Il numero si chiude con una pagina dedicata al Sinodo e alla lettera inviata dal vescovo Oscar che dà appuntamento ai sinodali per il 5 giugno alle 20.45 per un incontro in video.

Equipe Famiglia: nel mese di maggio
preghiera on line ogni domenica sera

La statua mariana nel santuario di Caravaggio dove il 1 maggio si è tenuta la preghiera di affidamento dell’Italia a Maria

Riceviamo dall’Equipe Famiglia di Ac e pubblichiamo:

“Carissima Famiglia, seppur costretti nelle nostre case durante questa quarantena non vogliamo perdere l’occasione di vivere il mese di maggio nella preghiera con Maria.  Nel mese mariano per eccellenza l’Equipe Famiglia di Ac propone cinque momenti di preghiera e riflessione a misura di famiglia. Una preghiera pensata per (e con) genitori e figli, con particolare attenzione ai più piccoli.  Ci vedremo on-line nelle 5 domeniche di maggio, ore 21:00 (collegamento a partire dalle ore 20:45 per iniziare puntuali). Questo invito non è solo per la tua famiglia, ti chiediamo di aiutarci a diffonderlo proponendolo anche ad altre famiglie.

Per gestire gli accessi alla piattaforma è necessaria una conferma entro sabato sera 2 maggio, all’indirizzo equipefamiglia@azionecattolicacomo.it indicando il nome della famiglia. Vi invieremo via mail i dettagli per il collegamento e il materiale a supporto della preghiera. Anna e Marco Marini Equipe Famiglia AC.

Il Settimanale della Diocesi
un fedele compagno di strada

La copertina del numero in uscita

Questa sera, ore 21, il quotidiano Avvenire, l’agenzia giornalistica Sir, l’ufficio comunicazioni sociali della Cei, la Federazione italiana dei settimanali cattolici, TV200 e Radioinblù invitano alla preghiera del Rosario. Anche noi saremo accanto a loro su TV2000 (canale 28).

Martedì scorso alla messa del mattino papa Francesco ha pregato e ha invitato a pregare per quanti informano attraverso i media.

Il nostro pensiero va, in particolare, a “il settimanale della diocesi di Como”, voce della comunità, luogo di incontro, “strumento” per conoscere, comprendere e condividere ciò che accade sul territorio e nel mondo.

Nella salita che stiamo affrontando lo sentiamo più che mai un fedele compagno di strada e lo ringraziamo per la vicinanza che in questa lunga notte ci aiuta a tenere accesa la lampada del Vangelo.

Unione Europea: prima che sia troppo tardi

Quindici giorni è il tempo che si è preso il Consiglio dei capi di Stato e di governo dell’Unione europea, dopo il quasi nulla di fatto dell’ultima riunione, quella di giovedì 26 marzo. Appuntamento telematico il loro, come il virus impone. La posta in gioco era altissima, almeno quanto le attese dei tutti che, con buona ragione, prevedono insieme all’emergenza sanitaria quella economica e finanziaria, in Europa e nel resto del mondo.

Leggi tutto »

Vita di Ac ed emergenza coronavirus

Il comunicato della Presidenza nazionale

Pubblichiamo il comunicato della Presidenza nazionale dell’Azione Cattolica. “Carissime e carissimi, in queste ore molti di voi, a seguito del diffondersi del Coronavirus Covid-19, ci stanno contattando per sapere come comportarsi in merito agli appuntamenti associativi in calendario nelle prossime settimane e i prossimi mesi. Nelle settimane scorse alcune associazioni diocesane hanno già dovuto rinviare le assemblee elettive. Altre lo dovranno fare in questi giorni. Comprendiamo bene i tanti disagi che questo può comportare, e le tante difficoltà e timori imprevisti che ne possono derivare. Desideriamo innanzitutto dirvi grazie, anche in questa occasione, per il vostro prezioso servizio e per il senso di responsabilità e di passione per il bene comune con cui state affrontando questa fase difficile. Un pensiero particolare va alle associazioni diocesane e parrocchiali dei territori maggiormente coinvolti dalla diffusione del virus, a partire da quelle delle cosiddette “zone rosse”.